Lecco.
Classe 1952. Ha iniziato a fotografare nel 1966, ha poi studiato tecniche di comunicazione visiva.
Usa la fotografia come taccuino di situazioni proposte dal caso e dalla necessità.
Negli ultimi tempi mette le immagini in forma di racconto. Anche per questo ha fondato Tukultu Bitrù una vera falsa casa editrice.
“… indubbiamente l’ampiezza di sognificato è il carattere preminente del concetto di motivazione…”.

www.giannirusconi.it