Cosenza.
Nato a Cosenza nel 1975. Nel 2003 inizia il suo percorso di fotografia sperimentale. Nel periodo analogico usa prevalentemente il foto collage, scomponendo e ricomponendo scenari urbani e domestici, cercando di creare una percezione multipla, che tende a stimolare lo stupore attraverso l’intrinseco concetto di immagine.
Se è vero che ad un tratto fu una scintilla è anche vero che prima di quel momento non v’era luce, o meglio v’era solo la potenzialità, che aveva le stesse caratteristiche dell’ombra.
L’ombra nasconde alla vista ma molto ci dice del resto, è come leggere un libro utilizzando le parole in esso non contenute.